Skip to main content

La pandemia che ha caratterizzato gli ultimi anni è riuscita a modificare di molto le nostre abitudini di acquisto.

Milioni di italiani si sono visti costretti in casa negli ultimi due anni, per periodi alternati e a volte piuttosto lunghi, a causa delle restrizioni precauzionali o in situazioni di positività al Covid.

Intere famiglie sono dovute rimanere in quarantena, vivendo con difficoltà lo svolgimento di attività quotidiane indispensabili, come fare la spesa per procurarsi da mangiare.

Questo ha portato il nostro Paese ad una svolta radicale: ci siamo avvicinati maggiormente agli acquisti on-line, e abbiamo iniziato a richiedere sempre più spesso la consegna a domicilio di cibo pronto e generi alimentari.

Già nel 2020 la spesa alimentare degli italiani ha raggiunto i 2,9 miliardi di euro, con un aumento dell’84% rispetto all’anno precedente.

Ma è nel 2021 che c’è stato ancora un maggior incremento: secondo i dati dell’Osservtorio Netcomm Politecnico di Milano, lo scorso anno il solo comparto dei prodotti da supermercato è cresciuto del 39%, alimentando un giro d’affari da 1,4 miliardi di euro. 

Ora le restrizioni legate alla diffusione del Covid si stanno riducendo, pertanto verrebbe da pensare che la crescita nel prossimo futuro non sarà altrettanto esponenziale a quella alla quale abbiamo assistito di recente.

Ma è comunque inevitabile che anche nel 2022 si mantenga la stessa rotta, dal momento che la consegna del cibo a casa è diventata ormai un’abitudine per molti e il mercato deve adeguarsi in fretta alla nuova richiesta dei consumatori.

Grande sviluppo hanno visto nel recente periodo anche le app di consegna di cibo a domicilio come Just Eat, Glovo e ultimamente anche Deliveroo.

Se già nella pre-pandemia le soluzioni di delivery cominciavano a ricevere un discreto successo per la comodità del servizio che proponevano, durante il Covid hanno avuto una diffusione accelerata, perché offrono soluzioni che rispondo a un problema attuale.

Addirittura, Just Eat ha confermato nel suo rapporto che il 2021 è stato un anno record per il settore del food delivery, che in Italia ha raggiunto 1,5 miliardi di euro.

Come hanno risposto i supermercati italiani e i ristoratori a questo cambiamento?

All’inizio non molti hanno compreso l’opportunità di adeguarsi alla svolta repentina in risposta alle necessità dei nuovi modelli di acquisto. 

Nonostante la domanda di servizi a domicilio sia in crescita ormai da due anni, molte attività non si sono ancora organizzate in tal senso, mentre altre si stanno avvicinando lentamente alla novità.

Soprattutto nei primi periodi di pandemia le difficoltà si sono fatte sentire, non si può negarlo.

Se da una parte l’esigenza di poter acquistare comodamente da casa si stava evolvendo – a volte per maggior comodità, altre che per pura necessità – dall’altra erano ancora pochi i punti vendita a rispondere adeguatamente. 

Non tutti erano capaci di offrire un servizio soddisfacente, causando ritardi nelle consegne, problemi con gli ordini, difficoltà con i pagamenti e disservizi vari.

Oggi la situazione è nettamente migliorata e il contesto sta cambiando: la GDO e i ristoratori hanno colto l’importanza di seguire questo nuovo trend in crescita ed eventualmente investire anche in questo senso.

Come adeguarsi al cambiamento

Ormai possiamo concludere che ordinare delivery e fare la spesa da casa è diventata una vera e propria abitudine per gli italiani.

Sicuramente non si farà marcia indietro e, anche se la crescita del trend sarà probabilmente più lenta rispetto agli ultimi due anni, si assisterà comunque ad un sempre maggior sviluppo dell’home delivery nel tempo.

Di conseguenza, le attività coinvolte faranno bene ad osservare attentamente questo fenomeno, adeguandosi gradualmente alle nuove richieste di mercato.

Visto il significativo cambiamento al quale stiamo assistendo, è importante che chi si occupa di vendita e distribuzione segua da vicino l’evoluzione delle preferenze dei consumatori. 

In questo può aiutare Lo.De.Food, un’agenzia specializzata dal 1999 nello sviluppo commerciale delle aziende alimentari.

Lo.De. Food, forte della sua esperienza, è capace di selezionare per la tua azienda i brand e i prodotti che ti fanno vendere di più, incrementando i margini e il tuo grado di attrattività presso i consumatori.

Grazie alla consulenza di Lo.De. Food puoi restare sempre aggiornato sui trend di settore e su quelle che sono le esigenze attuali del mercato, adeguando i tuoi servizi e prodotti alle novità del momento, per soddisfare al meglio le richieste di tutti i tuoi clienti.

Per avere maggiori informazioni sui nostri servizi compila il form / contattaci.